Per i piccoli, a Caffeina, si fanno le cose in grande

PER I PICCOLI, A CAFFEINA, SI FANNO LE COSE IN GRANDE
Alcune anticipazioni sull’edizione 2013 di Senza Caffeina, la sezione del festival dedicata ai piccini

Per i più piccoli a Caffeina 2013 si fanno le cose in grande. I giovanissimi, in questa nuova edizione, avranno infatti uno spazio nuovo, dedicato solo a loro, raccolto: quello all’interno del cortile del Palazzo dell’Abate, in Via San Pietro a Viterbo. Oltre 40 gli appuntamenti in programma tra laboratori creativi, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, attività ludiche. In più quest’anno la sezione del festival dedicato ai piccini vanta la collaborazione con la fondazione “Le parole di Lulù” di Niccolò Fabi che il 1° luglio dedicherà una serata di musica e parole ai piccoli e alle loro famiglie. Tutto questo è “Senza Caffeina” che, avrà luogo di pari passo con il festival “dei grandi”, dal 27 giugno al 7 luglio. Alcune delle iniziative in programma, come nelle edizioni precedenti, vedra nno il coinvolgimento di realtà rivolte al sociale. Direttore artistico della rassegna è l’attore Paolo Manganiello.

Tra le proposte dell’edizione 2013 spiccano: lo spettacolo di teatro integrato “Commedia”, in calendario il 28 giugno (ore 21.30) portato in scena dall’associazione Eta Beta di Viterbo, a cura della regista Maria Sandrelli e ispirato alla Divina Commedia di Dante Alighieri. L’associazione è collegata all’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria infantile della Ausl di Viterbo, tra le più attive nell’ambito socio-assistenziale-educativo e terapeutico-riabilitativo. E ancora: “La serva padrona” dell’associazione Funamboli di Viterbo, “Il figlio del re nel pollaio” della compagnia Tetraedro, “Nascita di Roma” di O Thiasos Teatro. Tra le presentazioni di testi per l’infanzia: “La grammatica ti salverà la vita” di Massimo Birattari e “Tutti in cerchio. La geometria diventa facile” d i Anna Cerasoli, entrambi editi da Feltrinelli.

Da non dimenticare: gli appuntamenti laboratoriali pomeridiani, tra i quali “Orto didattico” con temi e storie tutte da scoprire; “Childplay yoga”, con maestri che insegneranno lo yoga ai bambini; ci sarà il Centro sperimentale di musica per l’infanzia (Cesmi) che presenterà percorsi musicali per bambini. Ancora: la costumista Viviana Ginebri, presenza ormai consueta a “Senza Caffeina”, suggerirà un percorso creativo sulla Divina Commedia. Il tutto sarà accompagnato da uno dei partner storici della manifestazione, la Unicoop Tirreno, con il suo “Gioco dell’oca sulla legalità”. Grazie alla molteplicità di eventi che “Senza Caffeina” comprende, la crescita intellettuale e critica del giovane pubblico si sviluppa per mezzo della migliore forma di didattica: l’arte.

You must be logged in to post a comment.